Sei una futura sposa? Vuoi un modo divertente per realizzare le foto di gruppo al tuo matrimonio? 5 buoni motivi per scegliere il Photo booth


Quando incontriamo gli sposi, una delle domande che ci rivolgono più spesso, è come si svolge il servizio fotografico del matrimonio, per capire se dovranno mettersi in posa per le foto. Questa pare essere una preoccupazione diffusa, perché molti non si sentono fotogenici, si sentono imbarazzati e non sanno cosa fare davanti all’obiettivo. La prima cosa che diciamo loro è che per tutta la durata della giornata scattiamo per documentare ciò che succede e quindi prediligiamo uno stile spontaneo, reale, in cui cerchiamo di essere una presenza discreta, non invadente per loro e i loro invitati. Scegliamo uno stile da reportage, non il classico servizio in posa costruito dal fotografo. Spieghiamo loro che gli unici momenti in cui chiediamo un poco di collaborazione è il momento dei ritratti della coppia e le foto di gruppo con amici e parenti. I ritratti in coppia sono una parte molto importante per noi perché è l’unico momento in cui gli sposi non sono circondati dagli invitati, possono ritagliarsi un momento solo per loro due e per noi è il momento ideale per regalare loro un ritratto del loro amore che potranno conservare per sempre. Anche in questa fase non li obblighiamo in pose forzate. Li lasciamo liberi di muoversi come preferiscono, di parlare tra loro, di guardarsi e abbracciarsi in modo naturale. Noi li osserviamo e scattiamo in maniera spontanea. Solo se la coppia sente di essere in difficoltà e chiede aiuto per come mettersi, possiamo dare loro un suggerimento, ma che non vuole esser un’imposizione o una forzatura, perché crediamo che la loro spontaneità siamo molto più bella e reale rispetto ad una posa plastica finta.

 

Un’altra fase della giornata che “preoccupa” gli sposi è quella dedicata alle, tanto famigerate e mal sopportate, foto di gruppo con amici e parenti. Tendenzialmente la maggior parte degli sposi vorrebbe evitare di farle perché troppo noiose. Da parte nostra tendiamo sempre a consigliare loro di farle, dedicare anche solo una ventina di minuti (a seconda del numero di invitati e se c’è un minimo di collaborazione da parte degli sposi e degli invitati a farle), perché è un momento importante per poter avere successivamente un ricordo di chi era presente al matrimonio. Poi non per forza devono essere inserite nell’album, però sono sicuramente un modo per avere tutti nelle foto ricordo e a distanza di anni sarà bello rivedere anche chi, purtroppo, non ci sarà più.

 

Un modo divertente per realizzare le foto ricordo con amici e parenti è quello, negli ultimi anni, di allestire un Photo Booth. Il Photo Booth, (originario degli Stati Uniti), è un modo per rendere ancora più spassose le foto di gruppo con amici e parenti, che spesso sono viste con una certa riluttanza da chi pensa che siano la parte noiosa della giornata. Con questo spazio allestito tutti si divertono, dai bambini agli adulti, nessuno resiste alle mascherine colorate e buffe e ci si scatena in foto esilaranti. Ci sono moltissime varianti di allestimento, agli sposi la scelta per lo stile a loro più consono. Il divertimento è sempre assicurato.

 

Si concorda con gli sposi, precedentemente, e con i gestori della location, dove poter allestire un angolo dedicato al Photo Booth e qui verranno posizionati su un tavolino o dentro una scatola, tutti gli accessori eccentrici scelti dagli sposi (occhialini, mascherine, parrucche, lavagnette…)  e si scattano foto ricordo!


Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

 Per informazioni relative all'iscrizione, consulta la pagina contatti


 

Vediamo 5 buoni motivi per cui prevedere un angolo dedicato al Photo booth al tuo matrimonio, può essere una mossa vincente:

  1.  È totalmente personalizzabile. Non c’è limite alla fantasia. Può essere unico.
  2.  Il budget lo definisci tu. Puoi optare per soluzioni fai da te più economiche oppure se hai un budget più elevato, pensare di noleggiare una vera e propria cabina (o un furgoncino), o farti realizzare una scenografia su misura
  3. Se scegli l’opzione di mettere a disposizione una macchina istantanea (Polaroid o Fuji), puoi regalare agli invitati, una foto ricordo immediata. Oppure, puoi chiedere loro di incollare la foto nel tuo Guestbook e farti scrivere una dedica.
  4. È un ottimo modo per far divertire e intrattenere i tuoi ospiti. Se il matrimonio è molto lungo, il calo dell’attenzione da parte degli invitati, è normale. Anziché farli annoiare a tavola in attesa della torta, ravvivi sicuramente la festa. Nessuno resiste al Photo Booth. Persino la nonna si metterà una mascherina e si divertirà senza vergogna.
  5. Si supera facilmente il timore di farsi ritrarre per le foto di gruppo. Complici le mascherine e il clima goliardico, tutti avranno piacere a farsi fotografare e voi avrete un ricordo di tutti i partecipanti.

Il Photo Booth può essere realizzato in molti modi, a seconda della fantasia di ciascuno. Si possono usare gadget spiritosi, cornici, mascherine e oggetti vari. Se il matrimonio ha un tema ben definito, si tende a scegliere lo stesso stile anche per il Photo Booth, altrimenti si sceglie lo stile che più piace agli sposi. Nei Photo Booth si può spaziare con la fantasia in tanti modi differenti, si possono creare anche delle vere e proprie scenografie utilizzando elementi di scena (poltrone, sedie, valigie…) e fondali (di tela, di carta, tende…). Per lo sfondo si possono usare elementi quali un telo colorato da appendere ad un muro, delle tende che creano movimento, oppure se la location ha una parete libera, magari colorata o con una bella texture può andare benissimo. Noi amiamo anche usare una bella siepe come fondale, o dei fiori, che sono sempre uno sfondo elegante e raffinato, mai invasivo.

Molti Photo Booth prevedono la presenza di cornici di varia forma e materiale (cartone, legno, persino gonfiabili) che gli invitati possono tenere in mano e usare per “incorniciarsi” oppure si può pensare di appenderle con del filo di nylon per esempio al ramo di un albero e lasciarle appese.

 

In base al budget a disposizione si possono optare per varie soluzioni: dal fai da te in cui gli sposi possono crearsi direttamente le mascherine (esistono online modelli da stampare, ritagliare e da incollare sui bastoncini), oppure scegliere di comprare online le mascherine (possiamo pensarci anche noi se preferite) a prezzi contenuti, oppure utilizzare maschere di Halloween o carnevale che già avete (o acquistandole per l’occasione), o, ancora, potete scegliere di recuperare oggetti vintage dalla soffitta o dalla casa della nonna se vi piace lo stile; se siete abili col decoupage potete realizzare voi stessi lo stile shabby chic recuperando oggetti da un rigattiere o da qualche cantina… Le soluzioni sono davvero tante e si può fare molto anche con poca spesa, basta organizzarsi per tempo.

Se invece l’idea del fai da te non ti convince, ma hai un budget più elevato a disposizione, esistono anche altri modi di organizzare il proprio Photo Booth, come per esempio noleggiare una vera e propria cabina per le fototessere (da qui il nome e l’origine del Photo Booth), oppure un furgoncino Volkswagen allestito al suo interno, con gli elementi di scena che vorrete. Ovviamente queste sono soluzioni molto più dispendiose, ma faranno sicuramente una gran scena davanti ai vostri ospiti. Alcuni esempi di cabine e furgoncino a noleggio

 

Una simpatica idea è anche quella di prevedere di lasciare a disposizione degli ospiti una macchina istantanea (Polaroid, Fuji…) con cui gli invitati possano scattarsi in totale autonomia i selfie ricordo da lasciare agli sposi. Per chi sceglie questa idea, spesso si prevedono due opzioni: la prima è quella di lasciare che gli invitati si portino a casa la loro foto ricordo, oppure, se preferite realizzare un guestbook (il libro degli ospiti) del vostro matrimonio, non dimenticatevi di posizionare sul tavolino su cui è appoggiata la macchina fotografica, anche un album in cui gli invitati possono incollare direttamente le stampe e scrivere una dedica per gli sposi. Se optate per lo scatto con la polaroid con cui gli invitati fanno tutto da soli, pensate di predisporre una lavagnetta o un cartello con le istruzioni di cosa devono fare. Per esempio potete scrivere: “Scatta il tuo selfie con la polaroid, attacca la foto nel nostro guestbook e lasciaci un tuo pensiero” in questo modo gli invitati che si avvicineranno al tavolo con tutto il materiale che avete predisposto per loro, sapranno cosa fare. Ci è capitato di vedere ospiti un po’ disorientati, meglio metterli a loro agio e farli divertire senza problemi.

 

 


 

Il bello del Photo Booth è che gli invitati possono scattarsi selfie anche con i loro cellulari, in totale autonomia, creando così un momento rilassante e goliardico durante il pranzo o la cena. È un ottimo modo per movimentare un po’ il ricevimento, anziché far rimanere seduti per ore gli invitati, il Photo Booth li rivitalizza un po’ e alleggerisce l’attesa del taglio della torta. Si sa, spesso alcuni ricevimenti vanno un po’ per le lunghe, vuoi per il numero di invitati da servire, vuoi per il numero delle portate. A volte succede che la stanchezza prenda il sopravvento. Per evitarlo, sicuramente, il Photo booth può aiutare molto. L’ideale sarebbe quello di organizzarlo a partire dalla pausa tra i primi e i secondi (se le portate sono molte), in modo da iniziare a movimentare un po’ la situazione. Va fatto prima del taglio della torta, in modo che gli invitati ingannino l’attesa. Le tempistiche vanno comunque concordate con gli organizzatori del catering (o i gestori della location) o, se presente, la wedding planner.

 

Scopo principale del Photo Booth è quello di regalare agli invitati un momento divertente per poterli coinvolgere in maniera più spontanea e meno forzata nelle “temute” foto di gruppo.

Si tende a pensare che sia un momento goliardico adatto solo a bambini e giovani, ma vi assicuriamo che anche gli invitati più adulti si divertono sempre molto, e più sale l’età e più hanno voglia di divertirsi sfruttando quelle mascherine con cui per pochi minuti tornare bambini. Abbiamo visto nonni divertirsi senza vergogna farsi scattare questo tipo di immagini, con tanto di parrucche e mascherine. I bambini sono i primi a divertirsi un mondo giocando a travestirsi. I gruppi di amici impazziscono e si scattano un sacco di selfie e a noi chiedono altre foto in cui si inventano ogni possibile posa divertente. Se poi queste foto si scattano dopo qualche bicchiere di vino, beh lì, la fantasia galoppa ancora di più!   

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

 Per informazioni relative all'iscrizione, consulta la pagina contatti



Se stai organizzando il tuo matrimonio, e cerchi informazioni relative al servizio fotografico, consulta la pagina FAQ.

Se non trovi quello che stai cercando, non esitare a contattarci, senza impegno.

 

Fotografi di matrimonio a Crema, Lodi, Cremona, Bergamo, Brescia, Milano

 Se il nostro articolo ti è piaciuto, lasciaci un tuo like, scrivici un tuo commento, e condividici sui social, ci farebbe molto piacere!


Scrivi commento

Commenti: 0